L’Intelligenza Emotiva in sintesi

Essere emotivamente intelligenti significa avere la capacità di riconoscere le proprie emozioni e di saperle gestire per dare una risposta efficace ed adattiva alle diverse situazioni che la vita ci chiede di affrontare.

La libera espressione delle emozioni garantisce la salute psichica e rappresenta un canale fondamentale per aprire la porta alla consapevolezza di sé (capiamo chi siamo e cosa vogliamo in relazione a ciò che proviamo).

Essere emotivamente intelligenti significa:

  • Avere la capacità di modulare gli stati d’animo
  • Avere il controllo su impulsi istintivi
  • Saper gestire relazioni e conflitti
  • Avere la capacità di ascoltare il Cuore
  • Saper riconoscere le proprie emozioni e quelle degli altri
  • Essere empatici
  • Essere fiduciosi
  • Essere in grado di motivarsi
  • Mantenere la determinazione per raggiungere un obiettivo nonostante le frustrazioni

Una ricerca condotta da Jack Block, riportata nel libro “Intelligenza Emotiva” di Daniel Goleman, mostra le caratteristiche riscontrate in persone emotivamente intelligenti:

Gli uomini con elevata intelligenza emotiva sono socialmente equilibrati, espansivi, allegri. Hanno la spiccata capacità di dedicarsi ad altre persone o ad una causa, di assumersi responsabilità e di avere concezioni e prospettive etiche; nelle loro relazioni sono comprensivi e premurosi. A proprio agio con sé e con gli altri. Hanno una visione sistemica e di lungo periodo e le loro scelte si basano sul bene dell’umanità

Le Donne emotivamente intelligenti tendono ad essere sicure di sé, esprimono i propri sentimenti in modo diretto. Per loro la vita ha un senso; estroverse, gregarie, allegre, spontanee e aperte alle esperienze e ai sensi. Raramente si sentono in ansia o colpevoli.

Cosa hanno avuto in comune questi uomini e queste donne?

Genitori che hanno rispettato le loro emozioni e che hanno consentito la loro libera espressione, senza l’attuazione di meccanismi di repressione.

I due principali atteggiamenti che ostacolano lo sviluppo dell’intelligenza emotiva nei bambini sono quelli di ignorare e disprezzare i loro sentimenti, soprattutto la rabbia, la paura e la tristezza.

In questi casi i bambini capiscono che le loro emozioni minacciano la relazione con i genitori e per la loro sopravvivenza non possono permettersi di spezzare il legame, decidono quindi di eliminare ciò che sentono e le proprie necessità.

Inoltre, i bambini piccoli non sono in grado di dominare le emozioni perché il loro cervello è ancora in fase di maturazione. Essi sono prigionieri dell’immediatezza delle loro risposte emotive.

Non sanno ancora utilizzare il pensiero per guardare le cose in maniera distaccata o valutare la situazione in modo oggettivo.

In questo senso devono essere allenati ad avere un rapporto sano con le proprie emozioni. Ne beneficerà anche l’intera umanità

Tuttavia, questo lavoro deve prima partire da chi con i bambini ha a che fare.

L’educazione è l’arma più potente che si possa usare per cambiare il mondo. (Nelson mandela)

Se vuoi approfondire l’argomento, ti consiglio la lettura di questo articolo: “Come l’Intelligenza Emotiva salverà il Mondo”


VORRESTI ESSERE IN GRADO DI ELIMINARE - IN AUTONOMIA - TUTTO LO STRESS ASSOCIATO AI RICORDI DOLOROSI DEL TUO PASSATO?

Accedi subito all'Esercizio guidato in formato Video. Ti mosterò, passo dopo passo, come fare per liberarti dei fardello emotivi che ti porti dietro da troppo tempo. La tecnica, una volta imparata, la potrai applicare in totale autonomia e rimarrà tua per sempre.

Prima di accedere, guarda questa piccola anteprima

 

AAAAAAA



Tags , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *